Movida violenta a Napoli: baby gang contro tre giovani

Un gruppo formato da 30 ragazzini avrebbe provocato e poi picchiato tre giovani residenti in provincia di Napoli, medicati in ospedale per contusioni e traumi

(foto di repertorio)

Tre giovani - 23, 21 e 20 anni - residenti in provincia di Napoli, sono stati aggrediti durante la scorsa notte, apparentemente senza motivo, da una 'baby gang' formata da circa 30 ragazzini. I fatti sarebbero avvenuti in vico Carrozzieri. Qui, tra centinaia di giovani in strada per il sabato sera, un gruppo di ragazzini avrebbe prima provocato e poi picchiato i tre giovani. Le vittime sono state curate in ospedale e già dimesse, con prognosi che vanno dai sette giorni alle due settimane per contusioni e traumi cranici. 

Al vaglio delle forze dell'ordine la loro versione. Gli aggressori sarebbero minorenni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di De Luca: "Misure drastiche. Si blocca la movida"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 28 settembre al 2 ottobre: tra proposte di matrimonio e figli legittimi e non

  • Lutto nel mondo del cinema e del teatro: è morta Rossella Serrato

  • Elettra Lamborghini: con Napoli è vero amore

  • Coronavirus, primo alunno positivo in Campania: chiusa la scuola

  • Coronavirus, record negativo di nuovi casi. De Luca: "Se continua così chiudiamo tutto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento