menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio di Mario Cerciello Rega, scagionata l'insegnante: non fu lei a scrivere il commento choc

L'insegnante di Novara accusata di aver scritto un commento vergognoso sulla morte del vice brigadiere ("Uno in meno, neanche intelligente") ha presentato una dichiarazione di un'altra persona che ammette di aver scritto la frase

E' stata scagionata l'insegnante di Novara che, a fine luglio, finì al centro di polemiche e di un'inchiesta dell'Ufficio Scolastico dopo aver lasciato - dal suo profilo facebook - un commento definito 'vergognoso' sull'uccisione del vice Brigadiere Mario Cerciello Rega: "Uno in meno", recitava la frase che lasciò di stucco anche i due parlamentari leghisti Tiramani e Patelli. La donna ha consegnato alla commissione scolastica la dichiarazione di una persona che ha ammesso di essere l'autore del messaggio. 

"Uno di meno, neanche intelligente": commento choc sull'uccisione del vice brigadiere

La donna aveva chiesto scusa in un primo momento, salvo poi asserire - come ha infatti confermato davanti alla Commissione scolastica - che il commento era stato lanciato da una persona che aveva avuto accesso alla piattaforma social utilizzando le sue credenziali. I due parlamentari avevano annunciato un'interrogazione al Ministero dell'Istruzione. "Questa signora di Novara, pare anche docente di liceo, ha pubblicato un commento semplicemente folle, di cui come cittadina e come insegnante sarà chiamata a rispondere nelle sedi opportune”, commentarono Tiramani e Patelli. 
 


 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, de Magistris sul contagio: "Zona rossa sempre più verosimile"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento