rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Carabiniere ucciso, condannata l'insegnante che scrisse su Facebook "uno in meno"

È stata condannata a 8 mesi di reclusione. Suo marito, che era accusato di favoreggiamento, è stato invece assolto

È stata condannata a 8 mesi di reclusione, addirittura 5 in più rispetto a quanto non avesse chiesto il pm, per i reati di vilipendio alle forze armate e diffamazione. Questa la sentenza di primo grado per Eliana Frontini, l'insegnante di Novara che su Facebook commentò la morte del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega, ucciso a coltellate nel luglio 2019 a Roma, con la frase "uno in meno e chiaramente con sguardo poco intelligente. Non ne sentiremo la mancanza".

Suo marito, che era accusato di favoreggiamento, è stato invece assolto.

"Un commento semplicemente folle, di cui come cittadina e come insegnante sarà chiamata a rispondere nelle sedi opportune”, fu immediatamente la risposta dei parlamentari piemontesi della Lega Paolo Tiramani e Cristina Patelli, che sollevarono il caso e definirono la frase vergognosa e inqualificabile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabiniere ucciso, condannata l'insegnante che scrisse su Facebook "uno in meno"

NapoliToday è in caricamento