rotate-mobile
Cronaca Ponticelli

Blitz contro i "Ceppi di Sant'Antonio" abusivi: la folla si ribella e lancia sassi

Sul posto, per domare le fiamme, anche i Vigili del Fuoco

Tanti gli interventi per i Carabinieri alla vigilia di Sant’Antonio Abate e dei suoi “focarazzi”. Il servizio è iniziato verso le 21 e terminato a notte fonda. Molte chiamate al 112 segnalano gruppi di giovanissimi in zona Ponticelli - San Giovanni che trasportano legno per poi incendiarlo in via Nuova Villa. Con loro anche i vigili del fuoco contro i quali ignoti hanno lanciato dei sassi. Tuttavia l'incendio è stato domato.

Mentre la folla fuggiva gli uomini dell'Arma hanno individuato una ragazza del posto appena 18enne sulla quale sono in corso accertamenti per verificare sue eventuali responsabilità per l’incendio delle cataste. Subito dopo i Carabinieri si sono spostati in via Taverna del Ferro. Anche in questo caso le forze dell'ordine hanno disperso la folla e i vigili del fuoco hanno domato le fiamme delle cataste appena incendiate.

Stessa situazione, qualche ora dopo, in via Ciccarelli nei pressi della scuola Rodinò. In questo caso a prendere fuoco dei cassonetti. I carabinieri della stazione di Ponticelli mentre percorrevano la strada “segnalata” a bordo della gazzella venivano colpiti dalla folla con dei sassi. Danneggiato il parabrezza. Durante le operazioni è stata contattata la ditta Asìa che ha rimosso i rifiuti. Indagini in corso. Fortunatamente nessun ferito.

I militari hanno eseguito anche altri interventi ed hanno denunciato per furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e possesso di oggetti atti ad offendere un 14enne. I militari notano due persone a bordo di due scooter a via Calata del Ponte di Casanova: il primo spingeva con il piede l’altro. I due tentano di fuggire ma il minorenne cade e viene bloccato con non poche difficoltà.

Nelle tasche del 14enne un coltello a farfalla. Lo scooter, che era stato rubato poco prima, è stato restituito al legittimo proprietario. Il minore, medicato da personale del 118 per alcune abrasioni riportate dopo la caduta, è stato affidato ai propri genitori e sta bene.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz contro i "Ceppi di Sant'Antonio" abusivi: la folla si ribella e lancia sassi

NapoliToday è in caricamento