rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022

Capodimonte, il vaccino anti-covid si fa tra le opere d'arte

Apre il centro nella Fagianeria del Bosco. I locali sono stati allestiti con riproduzioni di opere del Museo. Il direttore Bellenger: "Anche la cultura deve dare il suo contributo"

Il Bosco di Capodimonte apre le porte dopo settimane di chiusura e lo fa per l'inaugurazione del nuovo Centro vaccini anti-covid dell'Asl Napoli 1. Nella Fagianeria sono stati allestiti diversi box per la somministrazione, oltre a un'ampia sala d'osservazione post-vaccino. Non solo punture e ansia, però, perché gli utenti chiamati alla vaccinazione potranno anche godere della vista sul parco e della riproduzione delle opere d'arte del Museo affisse alle pareti, con tanto di didascalia.

"La cultura deve dare il suo contributo - afferma il direttore Sylvain Bellenger - La fagenerai è diventato un luogo splendido che spero possa trasmettere serenità a chi arriva qui con un po' di preoccupazione". Per la giornata inaugurale sono stati convocati 640 caregiver, coloro che a vario titolo assistono persone diversamente abili, cui è stato somministrato, salvo casi particolari, AstraZeneca. Si andrà avanti con questa categoria per altri quattro giorni, poi il Centro si allinearà con la campagna vaccinale campania, proseguendo per fasce d'età. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Capodimonte, il vaccino anti-covid si fa tra le opere d'arte

NapoliToday è in caricamento