Mugnano, arriva il progetto di un centro commerciale naturale

Giovedì 26 maggio discussione in Sala Consiliare. Sinergia dei commercianti per una trasformazione del centro storico. Il vice sindaco Micillo: "Piano da attuare in due anni, stravolgerà l'assetto della città"

È per giovedì 26 maggio l’appuntamento fissato dall'Amministrazione comunale di Mugnano di Napoli per una discussione su come e quando iniziare la trasformazione del centro storico “in un vero e proprio fulcro per le attività economiche e culturali della città”. Tutti i commercianti della cittadina sono stati invitati a partecipare al dibattito, che sì terrà alle ore 13 presso la Sala Consiliare di Piazza Municipio, per proporre il proprio punto di vista.

L’Assessore alle Attività Produttive e Vice Sindaco Ezio Micillo in proposito dichiara: "Dobbiamo immaginare un centro commerciale naturale che offra ai nostri cittadini un'area della città da sempre storicamente destinata a questo. Già con la revisione del Piano Traffico abbiamo previsto una ZTL più estesa e permanente, vogliamo delocalizzare in un vera e propria casa delle Associazioni i tanti circoli oggi presenti nei dintorni di Via Chiesa per dare nuovi spazi agli esercenti che vogliono investire a Mugnano, vogliamo ridare un senso al parcheggio di fianco all'Ufficio Postale e metterlo al servizio di questo progetto".

Per centro commerciale naturale si intende una rete di esercizi commerciali collocati all’interno di una stessa area, ben coordinati e integrati fra loro da una politica comune di sviluppo e di promozione del territorio. Fondamentale è lo sviluppo di un insieme di azioni condivise volte alla rivitalizzazione del centro. L’idea, già diffusa in molte realtà italiane (soprattutto del centro-nord) è quella di affiancare una sinergia dei vari esercizi commerciali del centro storico alla grande distribuzione, molto radicata nel nostro territorio, per rivalutare i piccoli e medi commercianti e dare spazio a nuove realtà locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il piano ideato dalla Giunta del Sindaco Giovanni Porcelli, secondo quanto sostengono gli stessi amministratori, si muove in direzione dell’apertura di nuove strade e possibilità di sviluppo per la città e soprattutto per i giovani che hanno voglia di fare, partendo dal settore del commercio e dalle regole che sono attualmente in vigore. L’Assessore Micillo spiega che il piano dovrebbe essere attuato in 2 anni e potrebbe cambiare in maniera sostanziale l’assetto di Mugnano, rendendola più “agevole” per i cittadini e quindi più vivibile: "Abbiamo voglia di fare e stiamo mettendo in campo tutte le energie necessarie per cambiare Mugnano. A breve in città ci sarà un expo locale organizzato con la Pro Loco per dare spazio alle nostre tradizioni artigiane ed enogastronomiche: in molti posti dal niente creano indotti importanti, noi che abbiamo tanto riusciamo a fare poco, dobbiamo invertire questa rotta subito" .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Quindicenne investita, la verità nella scatola nera dell'auto. Il 21enne: “Sono distrutto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento