Centri estetici chiusi in zona rossa, la lettera di una giovane imprenditrice al Premier: "Lo Stato dov'è?"

Noemi D'Inverno è una 25enne acerrana che ha investito, dopo anni di studio e formazione, in un'attività propria. Oggi scrive al Premier Conte: "Non sono una serranda abbassata"

(Noemi D'Inverno / facebook)

Ha destato polemiche la decisione di non inserire i centri estetici tra le attività che restano aperte nelle zone rosse. Una decisione che ha lasciato scontenti molti clienti, che ricorrono ai centri anche per terapie naturali molto importanti. Fra le persone deluse ci sono poi gli imprenditori, spesso giovani, molto spesso donne che hanno investito anni di formazione e studio, e tanti soldi, in un'attività propria. Fra queste c'è Noemi D'Inverno, 25enne acerrana, che ha scritto una lettera al Premier Giuseppe Conte, spiegando quali sono stati i suoi sforzi finora e quanto le costi, oggi, vedere la sua saracinesca abbassata.

Un post che è stato apprezzato e condiviso da moltissime persone. "Ebbene, lo Stato dov’è?", chiede Noemi al Primo Ministro. "Noi ci occupiamo del benessere di una persona a 360 gradi. E in questo momento così difficile, prendersi cura di se stessi e degli altri è necessario. Ne abbiamo bisogno: tutti. Abbiamo bisogno di coltivare il nostro benessere fisico e mentale", prosegue l'imprenditrice. "Ho 25 anni e tanta voglia di fare squadra e di rimboccarmi le mani giorno dopo giorno. Ho 25 anni: io non sono una serranda abbassata". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Coronavirus, arriva l'annuncio: "La Campania è zona arancione"

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Campania zona arancione: ecco cosa si può fare

Torna su
NapoliToday è in caricamento