rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Pompei

Centri commerciali, niente apertura nei fine settimana: la protesta

"Decisioni simili avranno profonde ricadute occupazionali in un settore che sostiene migliaia di famiglie", spiegano dal gruppo Ingenre del Maximall Pompeii

"Il blitz del Governo che ha scelto di far sparire la riapertura dei centri commerciali nei fine settimana è incomprensibile e dannoso nell’ottica di una ripresa non più procrastinabile". È la posizione dal Gruppo Irgenre, specializzato nella creazione, valorizzazione e gestione di Shopping Center, Retail Park e Outlet, tra cui il Cilento Outlet e il Maximall di Pontecagnano e il Maximall Pompeii in costruzione all'indomani della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Riaperture.

Un passaggio, quello dalle bozze del DL alla versione ufficiale che nottetempo ha visto sparire il comma 1 dell’art 8. "Un agguato in piena regola - proseguono dalla dirigenza del Gruppo Irgenre - portato avanti da chi evidentemente non conosce il settore del retail, perché non è possibile credere che questo settore possa sopravvivere senza riaprire nei week end. È bene che il Governo comprenda a pieno che decisioni simili avranno profonde ricadute occupazionali in un settore che sostiene migliaia di famiglie".

Dal Gruppo Irgenre espressa anche perplessità anche rispetto alle ragioni che hanno portato a questa scelta, che restano "incomprensibili a fronte della giusta riapertura di moltissime altre attività all’aperto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri commerciali, niente apertura nei fine settimana: la protesta

NapoliToday è in caricamento