menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strage di Torre Annunziata, le indagini della Procura sulle cause del crollo

L'ipotesi di reato sul quale indagano gli inquirenti è disastro colposo. Lente d'ingrandimento anche sui lavori di ristrutturazione che erano in corso da due mesi

Proseguono le indagini della Procura di Torre Annunziata su quanto accaduto venerdì a Rampa Nunziante, il crollo di una palazzina che ha strappato ai loro cari otto persone. Gli inquirenti si affideranno a una serie di esperti, ingegneri e geologi per un'approfondita consulenza tecnica su quanto accaduto.

L'ipotesi di reato è disastro colposo.

L'edificio era oggetto di lavori di ristrutturazione iniziati da circa due mesi. Alcuni testimoni raccontano - riferisce il Mattino - di come si fossero fatti più intensi negli scorsi giorni, con martelli pneumatici in azione. Voci tutte da verificare naturalmente, che al momento non possono gettare alcuna luce sulle ragioni della tragedia.

Giacomo Cuccurullo, una delle vittime del crollo, era un esperto tecnico del Comune.

RISTRUTTURAZIONE, LE PRECISAZIONI DELL'AMMINISTRATORE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, variante brasiliana: i primi due casi a Napoli

  • Cronaca

    Scavi di Pompei, emerge un carro cerimoniale perfettamente conservato

  • Attualità

    Galleria Vittoria, presidio del Pd: "Napoli deve tornare percorribile"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento