menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto Twitter @Legambiente)

(foto Twitter @Legambiente)

Ischia, Legambiente: "Sull'isola 600 case abusive da abbattere"

"Investire nella riqualificazione degli edifici per renderli sicuri non è più rimandabile", affermano il presidente nazionale di Legambiente ed il presidente di Legambiente Campania

"Ad Ischia sono circa 600 le case abusive colpite da ordine definitivo di abbattimento e 27 mila le pratiche di condono presentate in occasione delle tre leggi nazionali sulle sanatorie edilizie". Questa la denuncia di Legambiente.

"Il nostro primo pensiero è rivolto ai familiari delle vittime e alla comunità ischitana. In queste ore di dolore, seppure di fronte a una calamità naturale, la Campania 'riscopre' di essere una tra le regioni più a rischio, dove la manutenzione ordinaria e la messa in sicurezza del territorio rispetto ai rischi sismico, vulcanico e idrogeologico sono la 'grande opera pubblica' necessaria e più urgente di tutte". Con queste parole la presidente di Legambiente Rossella Muroni e il presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo si uniscono al dolore della popolazione ischitana e ribadiscono come la drammaticità dell’evento "ci ricorda, ancora una volta, che l’Italia è un Paese fragile e a rischio sismico dove investire nella riqualificazione degli edifici per renderli sicuri non è più rimandabile".

"L'isola - continuano i due presidenti - è da sempre simbolo di abusivismo edilizio, di cementificazione disordinata e di impunità. Davanti a questa ennesima tragedia speriamo che chi in queste settimane sta cavalcando il tema dell’abusivismo di necessità, per ricercare consenso elettorale, si fermi".

In dieci anni in Campania sono state realizzate circa 60mila case abusive. "E non parliamo di abusi di necessità - aggiungono Muroni e Buonuomo - un fenomeno terminato alla metà degli anni novanta, ma di soggetti organizzati che hanno tirato su interi quartieri, in aree dove controllano tutto. E se il cemento illegale avanza velocemente le demolizioni di immobili abusivi procedono con lentezza: in Italia, dal 2001 al 2011, solo il 10,6% degli immobili è effettivamente andato giù. Una percentuale che precipita al 4% nella provincia di Napoli".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione martedì 19 gennaio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento