rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Abusivismo in città, 87 case sono da demolire

Le prime cinque verranno buttate giù entro fine anno. "Vogliamo la legalità e non ci fermeremo" spiega l'assessore all'Urbanistica del Comune di Napoli Luigi De Falco

Entro l'estate 2012 saranno abbattuti 87 manufatti abusivi all'interno del Comune di Napoli, tra cui i primi 5 già entro la fine del 2011. Ad annunciarlo è l'assessore all'Urbanistica del Comune di Napoli Luigi De Falco.

"Al Comune non interessa l’atteggiamento degli altri enti - spiega De Falco a Il Mattino - . Noi vogliamo recuperare la legalità violata sul territorio della città e non ci fermeremo. Abbiamo detto che il comune sarà in prima linea su questo fronte e così sarà. Si tratta di manufatti dove c’è la sentenza in giudicato. Sette sono addirittura sotto controllo 24 ore su 24 dai vigili per impedire che crescano improvvisamente".

La novità è emersa all’indomani di un vertice fra il procuratore aggiunto presso il Tribunale di Napoli Aldo De Chiara e lo stesso De Falco, per fare il punto sullo stato dell’abusivismo edilizio in città.

All’incontro hanno preso parte anche i sostituti procuratori Figliolia, Esposito, Morra e Ucci della V Sezione Urbanistica e Ambiente, il Comandante della Polizia locale ed i dirigenti comunali dei Servizi Antiabusivismo Edilizio e Condono edilizio.

Gli abbattimenti saranno concentrati nell’area dove maggiormente ci sono gli abusi, ovvero Pianura, Soccavo e i Camaldoli, ma non solo.

Cinque quelli da effettuare entro Natale, presumibilmente si tratterà degli immobili non ancora completati, quelli per i quali la Procura ha disposto la sorveglianza. Poi con l’anno nuovo, si dovrà procedere alla media di 10 abbattimenti al mese.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo in città, 87 case sono da demolire

NapoliToday è in caricamento