menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrato stabile a Casalnuovo: era dormitorio e fabbrica clandestina

Scoperto dai finanzieri a Casalnuovo un intero stabile adibito a dormitorio per extracomunitari e a fabbrica di contraffazione. Trovati circa 40000 prodotti falsi e 30 posti letto in condizioni di scarsa sicurezza. Denunciati i due responsabili

La guardia di Finanza della compagnia di Afragola, ha scoperto a Casalnuovo un intero stabile destinato alla contraffazione di merce e, parallelamente, adibito a dormitorio per extracomunitari.

I militari si sono trovati davanti a un deposito di prodotti contraffatti e di articoli da regalo privi della prescritta marchiatura ce e delle indicazioni in lingua italiana imposte dalle vigenti norme a tutela dei consumatori, riconducibile a una cittadina di nazionalità cinese regolarmente soggiornante in Italia.

In particolare, nei locali adibiti a deposito sono stati rinvenuti: 3.400 giocattoli di fabbricazione cinese privi del marchio ce; 35.300 addobbi natalizi senza etichettatura o indicazioni in lingua italiana; oltre 300 prodotti recanti marchi contraffatti.

Le operazioni di perquisizione estese all’intero edificio, di oltre 250 mq distribuiti su due livelli, hanno portato alla scoperta di un vero e proprio dormitorio di cittadini di etnia cinese.
All'interno c'erano 30 posti letto, la maggior parte distribuiti in una decina di angusti e insalubri box realizzati in cartongesso, altri ricavati in ripostigli e uno addirittura sul ballatoio delle scale.

Le condizioni igienico sanitarie e di sicurezza dei luoghi erano decisamente precarie e le suddivisioni interne realizzate senza tener conto di qualsiasi norma urbanistica in tema di abitabilità.
 
Le operazioni si sono concluse con il sequestro dell’intero stabile e con la segnalazione all’autorità giudiziaria del locatore: un cittadino italiano l. N. di anni 63 e del locatario, rispettivamente, per le violazioni in materia urbanistica e sanitaria e per quelle in materia di contraffazione e di codice del consumo.

E’ attualmente al vaglio delle fiamme gialle la posizione del locatore anche in virtù dell’evasione d’imposta connessa alla riscossione “in nero” del canone di locazione che si stima si aggiri intorno ai 200 € mensili per posto letto.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento