menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carnevale 2016: il Boss delle Cerimonie diventa un "costume"

In giro bimbi vestiti da don Antonio Polese, il titolare de La Sonrisa diventato celebre dopo le puntate della seguitissima serie televisiva

Non c'è Carnevale ormai senza una polemica per i costumi proposti in rete o nei negozi. Un'azienda inglese, nei giorni scorsi, ha scatenato il putiferio per aver messo in vendita su una celebre piattaforma di e-commerce i costumi da "profughi" per bambini. Una proposta che non è piaciuta agli utenti italiani. E nel giro di poche ore, l'annuncio è scomparso.

Anche Napoli ne ha viste di tutti i colori. Qualche anno fa, poco dopo l'omicidio di Sarah Scazzi, ecco apparire in un negozio di lingerie alla Sanità il trasvestimento da "zio" Michele Misseri Il costume di Carnevale di Michele Misseri: choc alla Sanità
con una corda in mano, un gilet e un cappello da pescatore. L'anno dopo, nella metropolitana di Napoli, ci fu "Baby Schettino".
"Solo un costume ispirato ad un fatto di attualità di cui tutti parlano", disse nonna Rosaria che aveva ideato il travestimento per il nipote di sei mesi appena. E ancora, il gossip con i piccoli "Fico-Balotelli: a fotografarli, il grande Oreste Pipolo scomparso quasi un anno fa.

E il Carnevale 2016? Tra i protagonisti c'è sicuramente Don Antonio Polese, da tutti conosciuto come il Boss delle cerimonie. Il titolare de La Sonrisa - lì vengono registrate le puntate della fortunata e seguitissima serie televisiva - sembra essere al momento uno dei personaggi più amati dai bambini. In molti hanno infatti scelto di "indossare i panni" del Boss delle Cerimonie per le strade napoletane.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento