menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attentati, spari, stese: finisce in carcere la Gomorra flegrea di Carlucciello

Carlo Avallone, trentenne definito 'il boss fantasma', è stato arrestato questa mattina a Pescopagano dai Carabinieri di Pozzuoli. Aveva portato il terrore tra Monterusciello e Licola negli ultimi mesi

L'avventura criminale del 'cane sciolto', del 'boss fantasma' Carlo Avallone detto Carlucciello è giunta al termine. Il trentenne ha seminato il panico nell'area tra Monterusciello e Licola con stese, spari, estorsioni e rapine. Moltissimi gli episodi imputabili a Carlucciello, che stamattina è stato stanato in una abitazione di Pescopagano, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagna di Pozzuoli, come riportato da Cronaca Flegrea. 


Avallone voleva riscrivere la storia criminale dell'area flegrea dopo l'arresto del boss Longobardi, e per il suo scopo aveva assoldato diversi giovani di Monterusciello. Da agosto sfuggiva alla sorveglianza speciale. Si era reso protagonista di spari contro sale scommessa, autolavaggi, spacciatori gambizzati, minacce ad attività commerciali, una irruzione in stile western all'interno del mercato ittico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento