menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carlo Cannavacciuolo con la fidanzata

Carlo Cannavacciuolo con la fidanzata

La morte di Carlo: lutto alla Federico II, questa sera una fiaccolata

Bandiere a mezz'asta per il 27enne ucciso nella notte tra venerdi e sabato durante una tentata rapina. Le esequie si terranno domattina alle 10.30 nella parrocchia di Santa Maria la Carità

All'Università Federico II lutto universitario e bandiere a mezz'asta oggi per la morte di Carlo Cannavacciuolo, il giovane ucciso nella notte tra venerdi e sabato a Santa Maria La Carità durante una tentata rapina. Dopo la laurea in Veterinaria, il ragazzo stava svolgendo il tirocinio.

"Il rettore Marrelli ci ha assicurato che parteciperà, con una delegazione di docenti e studenti, ai funerali di Carlo",  hanno fatto sapere il commissario regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e il presidente della Confederazione degli studenti della Federico II, Marcello Framondi. "Il suo assassinio per noi è inaccettabile. Non solo vogliamo giustizia ma pretendiamo che le autorità agiscano in fretta nel trovare i responsabili di questo orrore. Ormai Napoli e provincia sono più simili al Far West che alle normali città europee".  Prosegue anche la raccolta fondi - ma i familiari si dicono contrari - per la taglia sugli assassini del giovane, spiega Francesco Testa, presidente del Consiglio di Ateneo degli studenti della Federico II. "Noi vogliamo giustizia e soprattutto la vogliamo presto. Ci auguriamo che le forze dell'ordine riescano ad assicurare i colpevoli di questo assassinio alla giustizia prima che la nostra taglia sia emessa ufficialmente".

LE INDAGINI - La caccia ai responsabili della morte del giovane prosegue intanto  a tutto campo. Gli investigatori setacciano il territorio e continuano a visionare le immagini registrate dalla videosorveglianza cittadina, certi che da lì potranno ricavare elementi utili a risalire ai responsabili del barbaro omicidio del ragazzo. Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia, agli ordini del capitano Gennaro Cassese e del tenente Fabio Ibba. La pista più battuta sarebbe quella che porta alla criminalità nel triangolo tra Monti Lattari, area stabiese ed area boschese-torrese. Le forze dell’ordine stanno quindi procedendo con posti di blocco e perquisizionie.

LE INIZIATIVE - I giovani di Santa Maria la Carità stanno organizzando per questa sera una fiaccolata per ricordare Carlo. A rispondere all’invito sono state già oltre 400 persone, ma il numero è destinato a crescere. La fiaccolata partirà da piazza Borrelli, nei pressi del Municipio sammaritano, alle 19 circa.

I FUNERALI - Le esequie sono state programmate per la mattina di martedì alle ore 10,30, nella parrocchia di Santa Maria la Carità. La cerimonia funebre, secondo alcune voci, sarà presieduta dall'arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia, monsignor Felice Cece, rimasto dolorosamente colpito dalla tragedia che ha investito una famiglia di onesti lavoratori. Il papà del ragazzo, Giovanni Cannavacciuolo, è un poliziotto in pensione e la madre è un'impiegata dal Comune di Gragnano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento