menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Donne, denunciate le violenze": l'appello di Carla Caiazzo

A febbraio la 38enne fu bruciata viva dall'ex compagno mentre era all'ottavo mese di gravidanza. "Sono ancora in convalescenza, ma manca veramente poco"

"Denunciare deve diventare un imperativo per le donne che subiscono violenza al primo segnale". Carla Caiazzo, 38 anni, oggi ha la possibilità di raccontare il suo dramma. Era l'1 febbraio quando fu bruciata viva dall'ex compagno mentre era all'ottavo mese di gravidanza.

Alla presentazione napoletana dell'Osservatorio antiviolenze sulle donne, Carla ha sottolineato: "Occorre denunciare o quantomeno comunicarlo a qualcuno. In famiglia, a qualche amica cara, ma è giusto che lo si sappia perché è inutile tenerlo dentro. Io sono ancora in convalescenza, ma manca veramente poco. Psicologicamente ho già superato gran parte della storia, ora non mi resta che farlo per altre donne e per evitare che anche loro vivano le stesse situazioni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento