Cronaca

Il Cardinale Sepe scrive ai turisti: "Avervi in città è motivo d'orgoglio"

La lettera: "Come Arcivescovo di questa comunità vi auguro di trascorrere un soggiorno ricco di belle e fruttuose esperienze. Vi aspetto il 15 agosto, in Cattedrale, per la festa dell'Assunta"

"Benvenuti, cari amici che provenite dalle varie parti del mondo e in questi giorni ci offrite il piacere di avervi nella nostra città, che avete scelto di visitare per le tante bellezze naturali e artistiche, ma certamente anche per la sua ricchezza umana e religiosa. Come Arcivescovo di questa comunità, tradizionalmente pervasa da spirito di accoglienza, a nome della Chiesa di Napoli vi auguro di trascorrere un soggiorno ricco di belle e fruttuose esperienze". E' quanto scrive, in una lettera indirizzata ai turisti, l'arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe.


"Possiate sperimentare il calore della nostra gente, sempre disponibile e cordiale; le nostre bellezze naturali possano allietare le vostre passeggiate, rese gradevoli anche dal nostro clima; il patrimonio artistico possa rimanere impresso nel vostro cuore e nella vostra mente. Sono certo che la fede del nostro popolo sarà per voi la testimonianza e la manifestazione dell'amore di Dio, che è sempre presente accanto ad ogni uomo. Avervi qui è motivo di orgoglio e di gioia e costituisce, per tutti noi, opportunità di dialogo, di confronto, di crescita e di comunione. Quando ammirate il golfo di Napoli e ne restate innamorati, pensate anche che esso sta a simboleggiare le nostre braccia che si allargano con entusiasmo e cordialità per accogliervi e stringervi in un abbraccio di rispetto, di fraternità e di pace", prosegue Sepe. "Il Signore vi accompagni, vi sostenga ed esaudisca ogni vostra aspettativa. E voi, amici che venite ugualmente da Paesi lontani ma siete arrivati nella nostra Città non per turismo ma con la speranza di un lavoro e di migliori condizioni di vita, vi auguro di cuore tanta serenità e che il calore della nostra gente non vi faccia sentire stranieri in questa terra e renda più lieve e meno dolorosa la lontananza dalla vostra famiglia e dal vostro popolo. Vi abbraccio tutti, invocando copiose benedizioni dell'unico Dio, e vi aspetto alle ore 11.00 di mercoledì 15 agosto, in Cattedrale, se vorrete condividere un intenso momento di raccoglimento spirituale, per celebrare insieme la festa dell'Assunta. In tale occasione, celebrerò la Santa Messa "internazionale", con letture, preghiere e saluti in varie lingue, alla cui preparazione ha opportunamente provveduto l'Ufficio diocesano della Pastorale del Turismo e Tempo Libero", conclude l'arcivescovo di Napoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cardinale Sepe scrive ai turisti: "Avervi in città è motivo d'orgoglio"

NapoliToday è in caricamento