"Camorristi convertitevi o non potrete fare i padrini alle cerimonie"

Lo ha detto il Cardinale Sepe in ricordo di Don Giuseppe Diana, il sacerdote ucciso dalla camorra il 19 marzo 1994. Per il Vescovo, niente funerali religiosi né sacramenti a chi non mostra un segno tangibile di pentimento

Cardinale Sepe

Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli in un'intervista rilasciata a Radio 1 Rai all'interno del programma 'Start, la notizia non puo' attendere', ha proferito tali dichiarazione, ricordando Don Giuseppe Diana, il sacerdote ucciso dalla camorra il 19 marzo 1994: "I mlavitosi senza la conversione non potranno fare i padrini".

Prosegue Sepe nel suo J'accuse: "Come potrebbero fare queste persone i padrini di battesimi, cresime e matrimoni senza una reale e sentita conversione?".

Per il vescovo, anche niente funerali religiosi né sacramenti a chi non mostra un segno tangibile di pentimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Dj Aniceto: “Maradona non è morto mercoledì ma il giorno che ha sniffato cocaina”

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

Torna su
NapoliToday è in caricamento