De Luca in visita al Cardarelli: è "miracolo barelle"

Nonostante le note condizioni di sovraffollamento del più grande ospedale del Meridione, all'arrivo del presidente della Regione i corridoi ne erano del tutto sgombri

Vincenzo De Luca

È il giorno dell'attesa e annunciata visita ispettiva di Vincezo De Luca al Cardarelli. Il governatore della Campania è stato nel nosocomio partenopeo per circa un'ora e mezza. C'è già chi parla di “miracolo barelle”: nonostante le note condizioni di sovraffollamento del più grande ospedale del Meridione, all'arrivo del presidente della Regione i corridoi ne erano del tutto sgombri.

Prima De Luca ha visitato la medicina d'urgenza, poi si è spostato nel reparto di cardiologia intensiva, rispondendo alle domande dei giornalisti. Ad accompagnarlo nella visita, tutti i vertici della struttura sanitaria: il commissario straordinario Patrizia Caputo, i subcommissari Elia Abbondante e Roberto Landolfi, il direttore sanitario Franco Paradiso, il direttore tecnico Ciro Verdoliva, nonché i primari del Dipartimento di accettazione ed emergenza. Presente in ospedale anche il presidente della Commissione regionale sanità, Raffaele Topo.

Vari i temi toccati, alle domande della stampa, dal governatore. A proposito dell'Ospedale del Mare si è parlato dei 700 operatori sanitari da assumere e dei ricoveri che partiranno dalla primavera 2017, questo mentre dalla prossima estate è prevista l'apertura dei servizi di radioterapia, radiologia, dialisi, più alcuni ambulatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento