Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Donna muore al Cardarelli, otto familiari entrano nel reparto insultando e spintonando i medici

Danneggiato anche un dispositivo per il monitoraggio dei parametri vitali dei pazienti

Una donna di 69 anni, ricoverata in medicina d'urgenza al Cardarelli, è morta la scorsa notte. I familiari informati del decesso, come riportano i carabinieri in una nota, "hanno raggiunto il quarto piano del reparto aggirando i controlli delle guardie giurate e hanno iniziato ad insultare e spintonare i medici, ritenendo che non fosse stato fatto abbastanza per salvare la donna".

Danni anche alle attrezzature dell'ospedale

Uno degli otto familiari giunti in ospedale è anche accusato di aver danneggiato un dispositivo per il monitoraggio dei parametri vitali dei pazienti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del radiomobile di Napoli e della stazione Vomero. Le otto persone sono state identificate e denunciate per danneggiamento, minacce e interruzione di pubblico servizio.

Grave episodio

"Questo è l’ennesimo gravissimo episodio di aggressione al personale sanitario e devastazione delle strutture pubbliche. Ora basta, le Istituzioni non possono più restare inermi. Chiedo pene severissime. E’ il momento di una risposta forte e decisa, iniziando dal ripristino delle stazioni di polizia all’interno dei pronto soccorso, il primo vero ed efficace deterrente contro atti di tale genere”. Queste le parole di Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale di Europa Verde.

Aumentano le aggressioni

Il dottor Manuel Ruggiero, presidente NTI: “Purtroppo dobbiamo ammettere che il COVID ci ha reso persone peggiori, stanno aumentando le aggressioni e l’odio nei confronti di chi cura le persone! I nemici non siamo noi, bensì le patologie!”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna muore al Cardarelli, otto familiari entrano nel reparto insultando e spintonando i medici

NapoliToday è in caricamento