Cronaca Pomigliano d'arco

La compagna di Montella davanti al giudice: “Non ho partecipato allo spaccio”

La 37enne Maria Luisa Cattaneo ha scelto di non rispondere alle domande del Gip ma ha reso dichiarazioni spontanee

Maria Luisa Cattaneo, la compagna dell'appuntato dei carabinieri Giuseppe Montella, secondo la procura di Piacenza il principale promotore degli illeciti che avvenivano alla caserma Levante, ha collaborato con gli investigatori rispondendo alle domande del gip Luca Milani nel corso dell'interrogatorio di garanzia di questa mattina in tribunale. 'Mery' Cattaneo, anche lei indagata nell'inchiesta coordinata dal procuratore Grazia Pradella e ora agli arresti domiciliari, è accusata di aver concorso all'attività di spaccio creata dal compagno.

 Secondo la ricostruzione degli investigatori, Montella eseguiva arresti illegali di pusher con l'aiuto di informatori al fine di rivendere parte degli stupefacenti sequestrati, oltre che di accrescere il prestigio proprio e della stazione Levante.La compagna dell'appuntato ha reso dichiarazioni spontanee al gip Luca Milani nel corso dell'interrogatorio. Lo fa sapere all'Adnkronos il suo legale, Daniele Pezza. "Era molto provata - spiega l'avvocato - non ha risposto alle domande del giudice ma ha fatto dichiarazioni spontanee per chiarire i suoi rapporti con Montella e ha negato qualsiasi addebito relativo allo spaccio di droga".

Tutte le accuse ai carabinieri 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La compagna di Montella davanti al giudice: “Non ho partecipato allo spaccio”

NapoliToday è in caricamento