Carabiniere napoletano ucciso, Hjorth: "Negli Stati Uniti sarei fuori su cauzione"

Parla il turista americano accusato di concorso in omicidio: "In America c'è un sistema diverso, non sarei in carcere", rivela alla delegazione dei Radicali in visita

(i due turisti americani in carcere)

"In America c'è un sistema diverso, probabilmente non sarei in carcere ma fuori su cauzione". Sono queste le parole di Christian Gabriel Natale Hjorth, accusato - con Finnegan Lee Elder - di concorso per l'omicidio di Mario Cerciello Rega, vicebrigadiere dei carabiniere. Hjorth ha ricevuto in carcere una delegazione del Partito Radicale. Come rivela Irene Testa, tesoriera dei Radicali, ad AdnKronos, "Hjorth non si è lamentato delle condizioni in cella, era curioso e voleva sapere della nostra iniziativa Ferragosto in carcere, e ci ha detto che rivedrà i genitori a settembre". 

Il padre di Christian Gabriele Hjorth: "Mio figlio non è un assassino"

Intanto sono state rese note le accuse ai due turisti americani, nel decreto di convalida firmato dal sostituto procuratore Calabretta. Tentata estorsione, omicidio volontario, lesioni, porto ingiustificato di armi atte ad offendere, resistenza a pubblico ufficiale: di questo dovranno rispondere i due nel processo che partirà a settembre. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Amministrative 2020, i risultati nei 28 comuni al voto nel napoletano

  • Regionali Campania 2020, i risultati: Partito Democratico primo partito

  • Coronavirus, boom di positivi in Campania e un morto su soli 3.400 tamponi esaminati

  • Coronavirus, De Luca: "Tra fine ottobre e novembre attesa la ripresa del contagio"

  • Polmonite bilaterale, medico del Cardarelli rischia la vita per il Covid: "Tanta paura. Ora sta meglio"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento