Carabiniere pestato dal branco, le prime parole dall'ospedale: "Non ci ho pensato due volte a intervenire"

Aggredito mentre tentava di sedare una rissa e colpito alla testa con tavolini, sedie e caschi. Quattro persone sono state arrestate

Giovanni Ballarò, il carabiniere pestato selvaggiamente dal branco a Castellammare di Stabia, nel tentativo di sedare una rissa dopo un incidente stradale, sta meglio.

Dall'ospedale del Mare, dove è tuttora ricoverato in seguito al serio trauma cranico riportato, con prognosi di 25 giorni, dopo il trasferimento dal San Leonardo di Castellammare di Stabia, ha rilasciato alcune dichiarazioni al Mattino sulla vicenda che lo ha visto suo malgrado coinvolto: "Sono intervenuto quando ho capito che stava succedendo qualcosa, senza pensarci due volte. Ora il peggio è passato e sto meglio".

Carabiniere pestato a sangue, quattro arresti a Castellammare

A Castellammare, i carabinieri della locale Compagnia e del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata hanno tratto in arresto 3 maggiorenni (di 27, 22 e 19 anni, di cui 2 pregiudicati) e un minorenne (di anni 17), ritenuti responsabili di aver ferocemente aggredito l'appuntato dei carabinieri, che, libero dal servizio e in compagnia della moglie e di alcuni parenti, era intervenuto per sedare e documentare una violenta lite tra un gruppo di giovani in seguito ad un incidente stradale. Il carabiniere era stato prima investito con uno scooter e poi colpito con pugni, caschi e addirittura un tavolino in alluminio asportato da un dehor.

Rubato il borsello del carabiniere mentre era riverso a terra

In particolare, grazie all’analisi dei sistemi di videosorveglianza e a varie testimonianze è stata individuata una parte del gruppo di aggressori, che, irritati dall’intervento del militare, lo avevano colpito sino a lasciarlo a terra privo di conoscenza. L'appuntato era poi stato portato presso l’ospedale di Castellammare dove è tuttora trattenuto per dei traumi commotivi, ma non in pericolo di vita.

Mentre le indagini proseguono per individuare ulteriori complici nell’aggressione, i Carabinieri hanno documentato, inoltre, il furto del borsello del militare, che, mentre lo stesso, riverso in strada, era in attesa delle cure, è stato sottratto da un 42enne pregiudicato, estraneo alle precedenti colluttazioni: riconosciuto e sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso degli effetti personali del militare e conseguentemente arrestato.

PESTATO A SANGUE: IL VIDEO SHOCK DELL'AGGRESSIONE AI DANNI DEL CARABINIERE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, quali sono i sintomi spia e cosa tenere in casa: risponde il medico di base

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

  • Il Tar boccia il ricorso contro l'ordinanza regionale: le scuole restano chiuse

Torna su
NapoliToday è in caricamento