menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due abitazioni trasformate in zoo a Napoli

In due case del centro storico vivevano tre persone insieme a 30 cani, nove uccelli e addirittura una scrofa di un quintale

Animali di ogni tipo e taglia, perfino una scrofa, tenuti stipati in due case senza il minimo rispetto per le loro condizioni. La polizia locale ha apposto i sigilli a due abitazioni del centro storico di Napoli dove gli agenti hanno fatto una scoperta sorprendente. Nelle due case c'erano 30 cani, otto cincillà, un pappagallo in via d'estinzione e addirittura una scrofa di razza vietnamita del peso di un quintale. Entrambi le case erano in condizioni igieniche insostenibili e ad avvertire la polizia locale sono stati i condomini di uno stabile adiacente, ormai esasperati dai rumori e dagli odori nauseabondi che provenivano da entrambe le case.

Ad abitarle c'era un allevatore insieme alla madre e alla zia. Anche per loro, la situazione igienica era del tutto inadeguata. Insieme agli agenti sono intervenuti i tecnici dell'Asl che hanno ordinato lo sgombero degli animali in modo tale da permettere una bonifica di entrambe le abitazioni e il ripristino delle più elementari norme igienico-sanitarie. Gli animali, invece, verranno affidati al servizio veterinario dell'Asl stessa.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento