Uccise pitbull durante l'arresto del padrone, agente di polizia rinviato a giudizio

Protesta il sindacato Usip: "Si chiama legittima difesa, ha poco senso e immaginiamo sia semplicemente un atto dovuto"

Un anno fa, il 12 luglio del 2019, durante le operazioni d'arresto di un pregiudicato 25enne, sparò all'indirizzo del suo cane e lo uccise. L'agente di polizia è stato rinviato a giudizio.
A darne notizia è stato Roberto Massimo, segretario generale di Napoli del Sindacato Usip (Uil).

Il video della scena venne pubblicato da social e giornali rendendo "virale" la vicenda.

"I poliziotti che spararono ad un pitbull, uccidendolo, durante la notifica di un provvedimento al padrone del cane agli arresti domiciliari, salvarono la vita ad un operatore di polizia coinvolto, aggredito dal cane stesso – sottolinea il sindacalista – Fermo restando l'amore ed il rispetto che abbiamo per i nostri amici a 4 zampe, la necessità di uccidere l'animale fu motivata dall'esigenza del momento ed è condivisibile, poiché la tutela di un essere umano, di un cittadino o, come in questo caso, di un operatore di Polizia, si chiama legittima difesa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il rinvio a giudizio del collega, per quel che ci riguarda, ha poco senso – conclude Massimo – ed immaginiamo sia semplicemente un atto dovuto, sicuri che la magistratura accerterà la realtà dei fatti".

La ricostruzione della polizia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • Divieto di spostamento tra province in Campania e zona rossa: ecco l'ordinanza n.82

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento