rotate-mobile
Cronaca

L'indice Rt torna a crescere in maniera preoccupante in Italia. La Campania resta in zona bianca

La variante Delta sta diventando predominante in Italia, ma i ricoveri ospedalieri restano bassi anche in Campania

Torna a crescere in Italia l'Indice Rt 0,91 (0,66 la scorsa settimana) ed è a 19 casi su 100 mila abitanti. E' quanto emerge nella bozza di monitoraggio settimanale dell'Iss- Ministero della Salute sull'andamento dei contagi.

Campania ancora bianca

I dati ora sono al vaglio della cabina di regia, ma per il momento nessuna regione dovrebbe passare in zona gialla da lunedì 19 luglio. C'era infatti il rischio per la Campania, visto l'incremento dei contagi (a causa della variante Delta che sta diventando predominante), superiore al 57% nell'ultima settimana rispetto alla precedente, di passare già da lunedì in zona gialla, ma tale pericolo è scongiurato, ma potrebbe ripresentarsi lunedì 26 luglio. Per fortuna però restano incoraggianti in Campania i dati sui ricoveri ospedalieri di pazienti Covid, in netta diminuzione. Prosegue anche la campagna vaccinale con nuovi Open Day Pfizer e Moderna, anche se è in netto calo la percentuale di campani che si propongono per la prima dose.

I parametri fino al 31 luglio 2021

Il decreto in vigore, valido fino al 31 luglio, specifica in questo modo i parametri per l'ingresso in zona bianca e zona gialla.

a) "Zona bianca": le  regioni  nei  cui  territori  l'incidenzasettimanale dei contagi e' inferiore a 50 casi ogni 100.000  abitantiper tre settimane consecutive; 

b)   "Zona   gialla": le regioni nei cui territori alternativamente: 

1) l'incidenza settimanale dei contagi e' pari o superiore a 50 e inferiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti; 

2) l'incidenza settimanale dei casi e' pari o superiore a 150 e inferiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti e si verifica una  delle due seguenti condizioni: 

2.1) il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti COVID-19 e' uguale o inferiore al 30 per cento; 

2.2) il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti COVID-19 e'  uguale  o  inferiore  al  20  per cento; 

c) "Zona arancione": le regioni nei cui  territori  l'incidenza settimanale dei contagi e' pari o superiore a 150 e inferiore  a  250 casi  ogni  100.000  abitanti,  salvo  che  ricorrano  le  condizioni indicate nelle lettere b) e d) del presente comma; 

d) "Zona rossa": le regioni nei cui territori alternativamente:

1) l'incidenza settimanale dei contagi e' pari o superiore  a 250 casi ogni 100.000 abitanti; 

2) l'incidenza settimanale dei contagi e' pari o superiore  a 150 e inferiore a 250 casi ogni  100.000  abitanti  e  si  verificano entrambe le seguenti condizioni: 

2.1) il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti COVID-19 e' superiore al 40 per cento; 

2.2) il tasso di occupazione dei  posti  letto  in  terapia intensiva per pazienti COVID-19 e' superiore al 30 per cento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'indice Rt torna a crescere in maniera preoccupante in Italia. La Campania resta in zona bianca

NapoliToday è in caricamento