"Togliere i figli ai camorristi", domani l'appello del Csm alle Camere

La proposta del Consiglio Superiore della Magistratura è indirizzata ai Presidenti delle Camere e al Ministro della Giustizia. "La famiglia mafiosa finisce per essere una famiglia maltrattante", è scritto nella risoluzione

Che la mela non cada mai troppo lontana dall'albero è un detto antico ma, anche secondo il Consiglio Superiore della Magistratura, ancora valido. Che molti genitori coinvolgano i loro figli, anche minorenni, nelle attività criminali dei clan a cui appartengono è un dato di fatto. Un fenomeno diffuso anche tra i camorristi. Non è un caso dunque che il Tribunale per i minorenni di Napoli sia tra i tribunali che ha allontanato più figli da famiglie in odor di camorra, dichiarando decaduta o comunque limitando la potestà genitoriale
Domani martedì 31 ottobre il Consiglio Superiore di Magistratura rivolgerà un appello al legislatore perché, nell'interesse del minore, si vari una norma apposita. Si introduca cioè una pena accessoria che preveda la decadenza della potestà genitoriale per i condannati per reati associativi di tipo mafiosi che "indottrinano i loro figli rendendoli partecipi nei loro affari illeciti". "La famiglia mafiosa, agendo in spregio ai propri doveri di educazione e salvaguardia del minore, finisce per essere una famiglia maltrattante, nei cui confronti deve essere operata una vera e propria cesura, nello stesso modo in cui si interviene nei confronti dei genitori alcolisti o tossicodipendenti", è scritto nella risoluzione approvata dalla Sesta Commissione e domani all'esame del plenum - riportata dall'Ansa. Destinatari sono i presidenti delle Camere, la Commissione parlamentare antimafia e il ministro della Giustizia. Il Csm cita il caso di quest'anno di due madri che a Napoli affidavano ai loro figli di 9 e 13 anni il compito di confezionare e vendere le dosi di stupefacenti per conto del clan di appartenenza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

Torna su
NapoliToday è in caricamento