rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

La camorra in provincia e i rapporti con il mondo politico-imprenditoriale

Tutti i clan in provincia e come agiscono sul territorio

La camorra in provincia di Napoli sta intrattenendo sempre più rapporti con le realtà politico-imprenditoriali della zona. È quanto denuncia la relazione semestrale della Direzione distrettuale antimafia che traccia il profilo delle organizzazioni criminali anche in provincia di Napoli. Secondo l'Antimafia esiste una radicata compenetrazione delle organizzazioni criminali nei contesti locali. In particolare, stando alle indagini dell'ultimo periodo, esistono riscontri rispetto “a connivenze, collaborazioni e composite forme di reciproco sostegno tra le storiche famiglie criminali e soggetti del mondo politico-imprenditoriale”.

Una situazione particolarmente allarmante che trova le sue fondamenta nel fatto che sia i clan di camorra che le attività imprenditoriali o le realtà politiche ricavino reciproci benefici dalla collaborazione. Benefici che secondo l'Antimafia sono sia di carattere finanziario che di consenso affermazione e controllo del territorio. Per questo motivo la Prefettura di Napoli è più volte intervenuta con l'interdittiva antimafia proprio per evitare il consolidamento del legame tra criminalita? e imprenditoria locale. Anche rispetto alle amministrazioni locali è intervenuta con azioni ispettive volte a valutare l'esatto utilizzo delle procedure antimafia.

Tutti i clan della provincia di Napoli 

Provincia di Napoli - ?Area occidentale

Pozzuoli e Quarto: BENEDUCE-LONGOBARDI

Bacoli e Monte di Procida: PARIANTE 

Provincia di Napoli - area settentrionale

Giugliano in Campania: MALLARDO

Qualiano: D’ALTERIO-PIANESE e DE ROSA

Villaricca: MALLARDO, FERRARA, CACCIAPUOTI

Afragola, Caivano, Casoria, Cardito, Frattamaggiore e Arzano: MOCCIA 

Cardito, Carditello, Frattamaggiore, Frattaminore: PEZZELLA

Casoria, Afragola : TORTORA

Crispano: CENNAMO 

Caivano (Parco Verde): CICCARELLI-SAUTTO

Melito di Napoli, Mugnano ed Arzano: AMATO-PAGANO 

Sant’Antimo, Casandrino e Grumo Nevano: PUCA, RANUCCI, VERDE

Casandrino: MARRAZZO 

Marano di Napoli e Quarto:  NUVOLETTA, POLVERINO e ORLANDO 

Acerra: DI BUONO, AVVENTURATO, MARINIELLO, GRANATA

Casalnuovo e Volla: REA-VENERUSO

Schermata 2021-09-22 alle 13.56.23-2

Provincia di Napoli - area meridionale

San Giorgio a Cremano: ABATE, TROIA, LUONGO

Ercolano: ASCIONE- PAPALE, BIRRA- IACOMINO,

Portici: VOLLARO 

San Sebastiano al Vesuvio: PISCOPO,

Torre del Greco: FALANGA

Torre Annunziata:  GIONTA, GALLO-CAVALIERI, CHIERCHIA

Boscotrecase, Trecase: GALLO-LIMELLI-VANGONE, 

Boscoreale: ANNUNZIATA-AQUINO, VISCIANO, PESACANE e GALLO-LIMELLI-VANGONE

Castellammare di Stabia: D’ALESSANDRO, IMPARATO, CESARANO

Pompei: CESARANO

Gragnano e Pimonte: DI MARTINO

Provincia di Napoli - area orientale

San Vitaliano, Scisciano, Cicciano, Roccarainola, Pomigliano: SANGERMANO

Terzigno; BATTI, SCARPA

San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano, San Gennaro Vesuviano: FABBROCINO

Poggiomarino e Striano: GIUGLIANO

Somma Vesuviana: DE BERNARDO, D'ATRI

Marigliano: MARIGLIANESI, PAESANI

Brusciano: REGA

Sant'Anastasia: ANASTASIO E PERILLO

Pollena Trocchia: ARLISTICO, TERRACCIANO

Cercola e Pomigliano d’Arco: gruppi napoletani attraverso referenti locali come i MASCITELLI

Schermata 2021-09-22 alle 13.57.18-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La camorra in provincia e i rapporti con il mondo politico-imprenditoriale

NapoliToday è in caricamento