rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Camorra e traffico di droga: scattano gli arresti tra Spagna e Italia

L'indagine riguarda l'impero economico del clan Polverino stimato in un miliardo di euro. In manette anche ex politici dell'hinterland flegreo, già coinvolti in precedenti operazioni condotte dai carabinieri di Napoli

Una trentina di persone sono state arrestate in varie città spagnole, e un centinaio in Italia, nell'ambito di un'operazione anti-camorra condotta congiuntamente dalla Guardia civil e dalla polizia italiana. Secondo quanto si è appreso, gran parte degli arrestati farebbero parte del clan di Giuseppe Polverino, arrestato in Spagna nel marzo dello scorso anno. Il clan avrebbe organizzato un vasto traffico di droga portata in Italia attraverso la Spagna.

Figurano anche ex amministratori locali tra le persone finite in manette. Circa cento le persone arrestate in Italia dai carabinieri: tra quelle bloccate nel Napoletano ci sono anche ex politici dell'hinterland flegreo, già coinvolti in precedenti operazioni condotte dai carabinieri di Napoli.


Il boss Giuseppe Polverino, a capo dell'omonimo clan, fu arrestato dai carabinieri il 6 marzo del 2012, nel Sud della Spagna, a Jerez de la Frontera, dopo sei anni di latitanza. Gestiva un impero economico il cui valore è stato stimato in oltre un miliardo di euro, beni mobili e immobili che i militari dell'Arma hanno sequestrato nel maggio del 2011. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camorra e traffico di droga: scattano gli arresti tra Spagna e Italia

NapoliToday è in caricamento