menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'operazione dei Carabinieri al Rione Traiano

L'operazione dei Carabinieri al Rione Traiano

Maxi operazione antidroga al Rione Traiano: 88 misure cautelari

L'accusa per i destinatari delle misure è di associazione finalizzata al traffico e spaccio al dettaglio di droga. Secondo gli inquirenti interi nuclei familiari confezionavano e vendevano stupefacenti in bunker videosorvegliati e blindati

Operazione al'alba dei Carabinieri, coordinati dalla Dda di Napoli, al Rione Traiano, nel corso della quale sono state eseguite misure cautelari nei confronti di 88 persone (73 tradotte in carcere, 15 agli arresti domiciliari). L'accusa per loro è di associazione finalizzata al traffico ed alla cessione di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

Secondo gli inquirenti interi nuclei familiari confezionavano e vendevano cocaina, hashish, marijuana e amnesia in bunker videosorvegliati e blindati, realizzati abusivamente nei sottoscala delle case popolari.

La gestione delle piazze di spaccio era sotto il sotto il diretto controllo mafioso delle organizzazioni camorristiche attualmente egemoni su quel territorio, ovvero il clan Puccinelli ed il clan Cutolo.

Il giudice della cautela ha delineato anche compiti e figure ricoperte dai destinatari dell'ordinanza coercitiva: 'capi piazza', 'cassieri', 'custodi', 'vedette', 'spacciatori turnisti', 'pusher mobili'.

Nel corso delle operazioni, i Carabinieri hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo emesso dal Gip del Tribunale di Napoli di 11 immobili, ubicati al Rione Traiano, abusivamente occupati e trasformati in piccoli bunker dagli spacciatori.

IL BLITZ DEI CARABINIERI - VIDEO

CONTINUA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento