Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca Secondigliano

Prezioso calice rubato torna nella chiesa di Secondigliano: il particolare che ha aiutato i carabinieri

Domani 28 giugno verrà restituito dai militari

Il 28 giugno 2023, alle 17:00, presso la sede della Chiesa Santa Maria della Natività del quartiere Secondigliano di Napoli, in occasione dell’ 81° anniversario del sacerdozio di Mons. Cosimo Maria Luciano, fondatore della Parrocchia di Santa Maria della Natività e dell’Orfanotrofio Nazareth di Secondigliano, sarà restituito al parroco pro-tempore Don Alberto Russo, dal Comandante del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) di Napoli, Cap. Massimiliano Croce, un prezioso calice in argento dell’800 illecitamente sottratto alla Chiesa anni addietro.

L’importante oggetto liturgico presenta un’iconografia con scene bibliche e pietre incastonate nel corpo centrale, mentre alla base reca l’iscrizione incisa “MRS AMALIA D’AMBRA KINNEY A GESU’ SACRAMENTATO NELL’EDUCATORIO NAZARETH SECONDIGLIANO 24-06-1955”.

Proprio grazie a questo particolare che i Carabinieri dell’Arte sono riusciti a risalire al legittimo proprietario del bene, di cui se n’era ormai persa la memoria. L’attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, rientra in una più ampia azione di contrasto ai reati contro il patrimonio culturale, che ha permesso di individuare e sottoporre a sequestro numerosi beni provento di eventi delittuosi perpetrati ai danni di privati cittadini, enti pubblici ed ecclesiastici. Di fondamentale importanza si è rivelata la consultazione della “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti” gestita dal Comando TPC, la più grande del mondo con oltre 1.3 milioni di file relativi a beni da ricercare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prezioso calice rubato torna nella chiesa di Secondigliano: il particolare che ha aiutato i carabinieri
NapoliToday è in caricamento