Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Mare, sole e caldo nella prima domenica d'agosto per i napoletani in città

Tantissimi i turisti. I "vu' cumprà" preferiscono i russi, che spendono di più. Folla anche agli imbarchi per le isole. Nel resto della città, purtroppo, per i disperati, la solita domenica tra rifiuti e degrado

E' una domenica di fuoco, quella vissuta dai napoletani rimasti in città. Chi non è ancora partito, chi non partirà, chi è già tornato: sugli scogli di via Caracciolo e sulla spiaggia di "Mappatella Beach" c'è la folla delle grandi occasioni. Pochi gli spazi lasciati vuoti dall'esercito di bagnanti che hanno gremito per tutta la giornata il lungomare partenopeo. Tantissimi pure i turisti, tutti a caccia della foto-ricordo col Vesuvio sullo sfondo. Gli autobus fanno scendere i visitatori della città dalle parti di Santa Lucia, nei pressi del Circolo "Canottieri": è un punto molto panoramico, la sosta breve è consentita e le foto vengono benissimo.

Lo sanno pure i "vu' cumprà", che li aspettano con le loro carrozzine cariche di souvenir. "I russi sono quelli che spendono di più -dice il giovane delle Mauritius che vende cappellini, ombrelli parasole e calamite-. I più…tirchi, invece, sono i cinesi. Nel pomeriggio -conclude- arrivano i turchi, e loro pure sono tra i miei clienti migliori". Sugli scogli e sulla spiaggia è un trionfo di costumi e creme abbronzanti, una gara a chi esibisce il tatuaggio più colorato e particolare. I più fortunati, quelli che magari hanno un po' più di soldi da spendere, prendono a noleggio un gommone dai tanti che, tra un sequestro e l'altro, offrono imbarcazioni di tutti i tipi: con 150 euro ci si assicura una giornata intera a bordo di una bella barca a motore, e non sono pochi quelli che, dividendosi la spesa, ne approfittano. Folla pure agli imbarchi per le isole. Qualcuno, come il vostro cronista, prima di raggiungere via Caracciolo, non s'è fatta mancare una visita allo Stadio San Paolo: con il Napoli in trasferta a Londra, una esperienza comunque particolare, con gli spalti completamente deserti e un silenzio irreale per quel posto.

Nel resto della città, però, purtroppo, le solite scene di degrado. Non importa che sia la prima domenica d'agosto: per i disperati tutti i giorni sono uguali, e così via Marina, dalle parti delle Torri Aragonesi, è piena di clochard in preda al caldo e all'afa. La signora che vive tra i topi da lì non si muove, e lei pare che il caldo non lo senta neppure, persa com'è nel suo mondo. Anche a Piazza Garibaldi c'è il solito mercato dei soliti rifiuti, e pure a Porta Capuana, di fronte all'ex Pretura, i rifiuti la fanno da padrone. Meglio, molto meglio, la domenica di via Caracciolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare, sole e caldo nella prima domenica d'agosto per i napoletani in città

NapoliToday è in caricamento