menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prende a calci un carabiniere, condannato

Arrivato nei pressi della caserma di Torre Annunziata, ha tentato la fuga a piedi

È finita con una condanna a cinque mesi di reclusione la pazza giornata di M.C., 37enne di Torre Annunziata che ha aggredito un appuntato dei carabinieri. L'uomo si era recato nei pressi di corso Vittorio Emanuele III per acquistare droga a bordo della sua automobile, una Lancia Y. Quando è stato visto dai militari della stazione oplontina, agli ordini del luogotenente Egidio Valcaccia, ed è stato fatto accostare. L'uomo è stato fermato per essere segnalato alla prefettura come assuntore ed è stato invitato a seguire i carabinieri fino alla caserma di via dei Mille.

Arrivati con l'auto dei militari nei pressi della caserma, appena sceso ha sferrato un calcio ad un appuntato ed ha tentato la fuga a piedi. Un gesto di follia che non è valso a nulla visto che dopo pochi metri è stato immediatamente arrestato. Così ha aggiunto alla sua già complicata situazione, un processo con rito direttissimo per resistenza a pubblico ufficiale. Dopo poche ore è comparso dinanzi al giudice monocratico del tribunale oplontino, Emanuela Cozzitorto, che ha convalidato l'arresto ed ha dato il via al processo per direttissima che si è concluso con una richiesta di applicazione pena. Il 37enne, d'accordo con la procura, ha patteggiato tramite il suo legale una condanna a cinque mesi di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento