Cronaca

Il Centro storico "vittima" della caduta di calcinacci: l'appello del consigliere De Stasio

L'ennesima caduta di calcinacci oggi pomeriggio

Preoccupa, e non poco, la continua caduta di calcinacci nel Centro storico di Napoli. L'ennesimo episodio è stato registrato oggi pomeriggio in via San Sebastiano dove dei pezzi di intonaco sono caduti da un cornicione del palazzo dei Gesuiti. Sul posto sono prontamente giunti gli uomini della Polizia municipale e i Vigili del Fuoco che hanno messo l'area in sicurezza.

Sul posto anche il consigliere della Municipalità 2, Pino De Stasio. "La caduta di calcinacci, a ridosso della rete di protezione del cornicione dell'insula dei Gesuiti, ci preoccupa molto perchè non è la prima volta che viene spicconato parte della facciata dell'edificio. Sono intervenuti subito i Vigili del Fuoco che hanno intimato ai Gesuiti di mettere in sicurezza ad horas la facciata dello stabile", ha spiegato a NapoliToday.

"Intervengano Comune e Sovrintendenza"

"La mia proposta - ha continuato - è quella di un monitoraggio costante e continuo nell'area Unesco. Ricordiamo che il Liceo Genovesi, a piazza del Gesù, ha la stessa protezione sul cornicione; così anche la guglia dell'Immacolata che ha una rete di protezione in metallo perché cadono pezzi di marmo; così la chiesa del Gesù Nuovo dove, circa un mese e mezzo fa, sono caduti altri calcinacci".

"Insomma, è tutta l'area del Centro storico che avrebbe bisogno di un monitoraggio sia del Comune che della Sovrintendenza. Abbiamo parlato di proprietà private e, ovviamente, l'intervento dev'essere del privato. Però le amministrazioni, che tutelano la sicurezza pubblica, dovrebbero intervenire con atti concreti e di diffida estremamente solerti", ha concluso De Stasio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Centro storico "vittima" della caduta di calcinacci: l'appello del consigliere De Stasio

NapoliToday è in caricamento