menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il luogo dell'accaduto (foto Ansa)

Il luogo dell'accaduto (foto Ansa)

Cadaveri trovati in strada nel napoletano, interrogato conducente auto

I Carabinieri, pur con tutte le cautele del caso, confermano la pista della rapina finita tragicamente

I Carabinieri, pur con tutte le cautele del caso, confermano la pista della rapina finita tragicamente ieri sera nel napoletano, sul territorio di Marano al confine con Villaricca, in via Antica Consolare Campana, e nel corso della quale sono morte due persone, i cui corpi senza vita sono stati ritrovati in strada dalle forze dell'ordine.

Secondo una ricostruzione degli investigatori che hanno visto le immagini della videosorveglianza e ascoltato alcuni testimoni, due uomini a bordo di uno scooter - riferisce l'Ansa - hanno prima rapinato con la minaccia di una pistola un giovane a bordo di un'auto e al termine di un inseguimento da parte della vittima, sarebbero caduti dal mezzo e perdendo la vita all'istante.

In queste ore è stato interrogato dagli inquirenti il conducente dell'auto. Si tratta di un 26enne, incensurato, il quale, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, dopo aver speronato con una Smart i due che erano a bordo di un T Max, si è allontanato per poi presentarsi in Caserma. La Smart è finita contro un muro, mentre lo scooter era a poco distanza. Sul posto sono stati trovati un orologio Rolex e una pistola. Sull'accaduto sta indagando la Procura di Napoli Nord. 

Le persone morte, C. C. e D. R., erano entrambe di Sant'Antimo e pregiudicate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento