rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024

Cadavere sconosciuto in mare, i rilievi del Ris |VIDEO

Non è ancora nota l'identità della persona trovata senza vita a largo di Torre Annunziata. Ipotesi omicidio: intorno al collo c'era una corda

L'omicidio resta l'ipotesi più probabile per il ritrovamento del cadavere a largo di Torre Annunnziata. Il corpo è stato ritrovato, con una corda al collo attaccata a una sasso, intorno alle 17 di domenica 26 febbraio nei pressi della spiaggia delle Sette Scogliere di Rovigliano. Secondo i carabinieri si tratta di una persona tra i 35 e i 40 anni.

Gli uomini del Ris, il Raggruppamento investigazioni scientifiche, è al lavoro per carpire quanti più dettagli possibili dal luogo del ritrovamento. L'idenitità resta ignota, il cadavere non aveva con sé documenti di riconoscimento. L'unica pista a disposizione degli inquirenti è rappresentata da un tatuaggio, raffigurante due lettere, che aveva su di un braccio. Si sta passando al vaglio anche il database di persone che risultano al momento scomparse e che risultano compatibili per genere e presunta età.

Il sospetto è che l'uomo sia stato prima ucciso e poi gettato in acqua. Il cadavere non era in avanzato stato di decomposizione, cosa che fa pensare che non fosse morto da molto. 

Video popolari

NapoliToday è in caricamento