menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Buche in città

Buche in città

Buche stradali, stop ai lavori di manutenzione: mancano i soldi

Da questa estate gli interventi sono fermi, la Protezione Civile arriva in caso di eccezioni urgenti. De Magistris a Caldoro: "Sblocca 12 milioni, sono fondi europei e sono fuori dal patto di stabilità"

Le buche, che spesso diventano poi voragini, non stentano a diminuire in città. Anche perché risultano essere bloccati i lavori per le strade napoletane. Il Comune, come riporta La Repubblica, non ha più una ditta di manutenzione e non c'è nessuno autorizzato a intervenire.

Il sindaco Luigi de Magistris ha scritto a tal proposito al governatore Stefano Caldoro chiedendo di "sbloccare i 12 milioni di euro per la manutenzione stradale, visto che si tratta di fondi europei e sono fuori dal patto di stabilità". Ottantadue società, che hanno lavorato per conto del Comune tappando buche e sistemando strade, aspettano da cinque mesi circa 93 milioni di euro. A causa del blocco dei fondi da parte di Palazzo Santa Lucia, le previsioni di pagamento sono per il lontano, lontanissimo 2014.

LA SITUAZIONE ATTUALE - Tutti gli interventi sono fermi. In caso di piccole e urgenti eccezioni, arriva la Protezione civile. Al Comune risultano solo due bandi di gara per circa 4 milioni. Davvero nulla rispetto allo stato drammatico delle strade cittadine.

Il presidente della Prima Municipalità, Fabio Chiosi, non ha dubbi: "Con un milione di euro si riesce a fare appena il 25 per cento della strada". Da qui, la decisione di scrivere al soprintendente ai Beni architettonici per chiedere l'autorizzazione a togliere i cubetti di porfido e ad asfaltare la strada. "Solo usando l'asfalto può bastare un milione di euro".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento