menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Buche stradali per la città

Buche stradali per la città

Una città di buche stradali: il Comune risarcirà 345mila euro

Le zone maggiormente a rischio: Chiaia, Posillipo, centro storico, Vomero, Stella e Chiaiano. Chiosi della Prima Municipalità: "Tre milioni di danni dovuti alla cattiva manutenzione delle strade"

Strade sempre più insicure in città. Le zone maggiormente a rischio 'buche': Chiaia, Posillipo, centro storico, Vomero, Stella e Chiaiano. Un allarme che arriva dalla I Municipalità e dal suo presidente, Fabio Chiosi: "Dall'inizio di gennaio ad oggi il Comune è stato condannato a pagare ben 345.000 euro di danni causati dalla pavimentazione stradale soltanto per la I Municipalità. Calcolando una media tra tutte le 10 Municipalità possiamo affermare che dall'inizio dell'anno ad oggi, per la città, vi sono stati circa 3 milioni di danni, stabiliti con sentenze del Tribunale, dovuti alla cattiva manutenzione delle strade". Ed è lecito chiedersi perché il Comune continui a spendere più soldi per pagare i danni alle persone ed ai veicoli che non per fare una corretta manutenzione.

Si dice preoccupata anche l'assessore alla Mobilità, Anna Donati. In corso ci sono cantieri per 12 milioni, ma a essere messa in secondo piano è sempre la manutenzione ordinaria delle strade principali. "Abbiamo cantieri già aperti e altri partiranno a breve - fa sapere la Donati - ma è sempre insufficiente rispetto al bisogno della città. Il deficit è incredibile e con la manovra che il parlamento sta votando, se quest'anno riusciamo a garantire un minimo, nel 2012 sarà invece una tragedia assoluta".

A FEBBRAIO - Ben 13 le arterie-gruviera: via Posillipo, via Galileo Ferraris, corso Umberto, corso Vittorio Emanuele, via Manzoni, via Acton, calata Capodichino, viale Umberto Maddalena, via delle Repubbliche Marinare, via Leopardi, via Don Bosco, via Emilio Scaglione e viale Colli Aminei.


SU FACEBOOK - Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari e già presidente della Circoscrizione del Vomero, è il fondatore del gruppo "Buche partenopee, vedi Napoli e poi… cadi". "Questo gruppo è nato con il precipuo scopo di segnalare alla pubblica amministrazione, con foto e racconti, i dissesti e le buche presenti sulle carreggiate e sui marciapiedi delle strade napoletane, che, in molti casi, sono presenti da tempo. Numerosi i passanti vittime dei dissesti sui marciapiedi. Altrettanto folta la pattuglia degli automobilisti e, principalmente, dei motociclisti vittime di buche e voragini sulle carreggiate. Problemi generati alla colonna vertebrale, per i continui sbalzi determinati dalle precarie condizioni di molte strade"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento