menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Buche stradali

Buche stradali

Strade colabrodo: 200 sinistri dall'inizio dell'anno

Cifre da capogiro per incidenti dovuti al manto stradale in dissesto. Crescono le richieste di risarcimento che costano al Comune circa 2 milioni e 500 mila euro all'anno

Dall'inizio del 2013 gli incidenti stradali a Napoli, causati da buche o avvallamenti, hanno già raggiunto quota 200. E parliamo di numeri 'ufficiali', derivanti da sinistri denunciati o per i quali è stato richiesto un risarcimento all'Ufficio di Servizio infortunistica stradale. Sono 900, invece, gli incidenti complessivi avvenuti dall'inizio dell'anno. A riferire dati e numeri è Antonio Di Costanzo dalle pagine della Repubblica di Napoli.

Strade gruviera tra le principali cause di sinistri in città, lo scorso anno sono state ben 2500 le richieste di risarcimento e le citazioni in giudizio per il Comune di Napoli. Moltissime sono state le vittorie dei cittadini, anche se si tratta, com'è chiaro, di procedimenti avviati in anni passati e per vecchi contenziosi: ammonta a circa 2 milioni e 500 mila euro la cifra che ogni anno il Comune deve pagare per i risarcimenti dovuti alle strade dissestate. Ovviamente nei conti rientrano purtroppo anche i falsi sinistri, una piaga che comunque fa percentuale e costa troppi soldi.

In ogni caso, il problema di strade completamente dissestate e piene di voragini pericolose esiste ed è reale: le denunce sono continue, il malcontento cresce insieme all'esasperazione. Risalgono, ad esempio, a pochi giorni fa le denunce di cittadini e consiglieri municipali per un manto stradale impercorribile nel quartiere di Chiaiano-Marianella (a via Santa Maria a Cubito e via Emilio Scaglione, dove da ieri è iniziato un intervento per otturare le buche più pericolose). Ma la stessa situazione è registrabile in moltissime zone della città, dove spesso interviene la polizia municipale a presidiare le buche più pericolose o dove addritturao compaionomateriali  'tappabuchi' di fortuna come sedie e bodoni dell'immondizia. Una situazione arrivata anche alla ribalta nazionale dopo un servizio di Striscia La Notizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Attualità

Riapre il Cinema Vittoria: coda al botteghino

Attualità

Anm, via alla nuova linea bus 602 sulla tratta Garibaldi-Dante

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento