Cronaca

Buche stradali, de Magistris e la Donati dal pm: "È colpa dei tagli"

L'assessore comunale alla Viabilità: "Ho respinto queste accuse dimostrando di avere adottato delibere e progetti adatte. Ci sono risorse che potevano essere spese solo per precisi scopi, come la pista ciclabile o la Coppa America"

Anna Donati

"Ci hanno accusati di non avere destinato abbastanza risorse alla manutenzione stradale: ma l'amministrazione comunale deve fare i conti con pesantissimi tagli che hanno comportato la riduzione di tutti i servizi". Così l'assessore comunale alla Viabilità, Anna Donati, all'uscita dalla Procura di Napoli, dove è stata interrogata nelle scorse ore nell'ambito dell'inchiesta sulle buche stradali.

Donati, assistita dall'avvocato Domenico Ciruzzi, ha risposto per circa cinque ore alle domande del pm Stefania Buda, titolare dell'inchiesta. "Ho respinto queste accuse dimostrando di avere adottato delibere e progetti che potenziano la Napoliservizi, cioè la società alla quale è ora affidata la manutenzione stradale".


Alla domanda dei cronisti se non fosse più utile riparare le strade che costruire la pista ciclabile o organizzare grandi eventi: "Non potevamo distrarre fondi: ci sono risorse che potevano essere spese solo per precisi scopi, come la pista ciclabile o la Coppa America". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buche stradali, de Magistris e la Donati dal pm: "È colpa dei tagli"

NapoliToday è in caricamento