Scoperto a incendiare rifiuti: 23enne clandestino in manette

Un giovane, originario del Mali, è stato trovato a bruciare pneumatici, complementi d'arredo e altri rifiuti a Melito

Lo hanno trovato a bruciare di tutto. Da pezzi di plastica a oggetti d'arredo passando per scaldabagni e pneumatici. Protagonista un 23enne originario del Mali arrestato dai carabinieri a Melito. I militari l'hanno sorpreso mentre stava buttando dei vestiti vecchi su un mucchio di rifiuti già dato alle fiamme.

L'arresto 

I carabinieri l'hanno bloccato immediatamente e controllato. Così hanno scoperto che si trattava di un migrante irregolare sul territorio nazionale e già noto alle forze dell'ordine per reato contro la persona e il patrimonio. L'incendio è stato appiccato in un'area privata abbandonata. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco per spegnere l'incendio. Il giovane è stato portato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba lo zaino ad un ragazzo mentre mangia un panino: arrestato

  • Choc allo stadio di Marano: 22enne trovata morta, 23enne in fin di vita

  • Sesso nel cimitero di Acerra: "Senza rispetto in un luogo di dolore"

  • Venti forti in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • Fedeli afragolesi senza parole: le nuvole formano l'immagine del volto di Gesù

  • Allerta meteo su Napoli, scuole aperte martedì: chiusi i parchi

Torna su
NapoliToday è in caricamento