rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Brenda, scomparsa per 48 lunghissime ore: "Mi sono cacciata in guai più grandi di me"

"Non ho chiesto aiuto nel momento giusto e non ho avuto pareri e consigli che mi sarebbero serviti”, ha spiegato la 23enne ritrovata ieri a Napoli

“Mi sono cacciata in casini più grandi di me non rendendomene conto”. È così che Brenda Cuomo, la ragazza di 23 anni ritrovata ieri a Napoli a due giorni dalla scomparsa, ha raccontato del momento complicato che ha vissuto e che l'ha portata lontano da casa, da Pellezzano in provincia di Salerno dove vive con la famiglia.

“Non ho chiesto aiuto nel momento giusto – ha spiegato intervistata dal TgR Rai della Campania – e non ho avuto pareri e consigli che mi sarebbero serviti”.

Quando ha riabbracciato sua madre Monica (che aveva lanciato una serie di appelli perché i familiari venissero aiutati nelle ricerche) Brenda racconta di aver vissuto “un momento unico. Mi sono sentita di nuovo salva. Avevo bisogno di questo”.

Il ritrovamento

La ragazza è stata rintracciata a Napoli, a bordo della sua auto, nel corso delle ricerche portate avanti congiuntamente da carabinieri e polizia. I familiari, che avevano presentato la denuncia di allontanamento volontario nella serata di venerdì 30 giugno alla stazione dei carabinieri di Salerno Mercatello, sono stati immediatamente informati del ritrovamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brenda, scomparsa per 48 lunghissime ore: "Mi sono cacciata in guai più grandi di me"

NapoliToday è in caricamento