menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brachetti derubato a Lugano: "Neanche a Napoli mi è mai successo"

Bufera sul trasformista torinese autore di un'uscita infelice attraverso Facebook. Il suo profilo preso d'assalto nelle ultime ore da centinaia di napoletani inferociti

È bufera su Arturo Brachetti, il celebre trasformista torinese che sul suo profilo Facebook ha commentato l'episodio del furto del portafoglio subìto ieri sera in un teatro di Lugano.

Questo il suo messaggio: "Ma che palle!!!….sono a Lugano con lo show… il pubblico fantastico, caloroso e intelligente.  Ma uno deve venire qui in Svizzera per farsi fregare il portafogli… in camerino durante lo show?  Mai successo! ……manco a Napoli… tanto per dire!!". Poco dopo, però, il post è stato cancellato, rivisto, modificato - 'manco in altre città' e ripubblicato. Apriti cielo.

La cosa non è sfuggita ad Angelo Forgione, fondatore del Movimento V.A.N.T.O, che ha immortalato quanto scritto da Brachetti su Facebook, pubblicandolo sul proprio blog. Immediate le reazioni di indignazione di centinaia di napoletani che hanno letteralmente invaso di messaggi la bacheca del noto trasformista, con picchi di frequenza impressionanti soprattutto nelle ultime ore.

Lo stesso Brachetti, con un post delle 15,40 circa, ha voluto chiarire il significato di quanto scritto in precedenza, mentre nel frattempo l'episodio era stato abbondantemente commentato anche nel corso della trasmissione di Gianni Simioli "La radiazza", in onda su Radio Marte, dopo il tam-tam scatenatosi in mattinata sulla rete.

"Amici, sono molto addolorato perché molte persone che leggono questo blog hanno capito esattamente il contrario di quello che volevo dire", scrive l'artista torinese. "Ieri sera, ritornando in hotel, ho pensato: ma guarda un pò, ti dicono spesso di stare attento di qua e di là ( …e qui c’era anche Napoli) e poi ti succedono le cose più impreviste proprio dove meno te l’aspetti! Tutto qui. Questo era il senso, proprio per dire che certe cose possono succedere ovunque. Pochi minuti dopo mi accorgo che il post era stato interpretato male (solo da qualcuno) e l’ho cambiato".

Brachetti scuse-2"Chi segue questo profilo Facebook sa quanto io ami Napoli. Nei mesi scorsi, anni scorsi, ho pubblicato decine, dico… decine di post entusiasti su Napoli, una città che io amo moltissimo, sui napoletani, sulla loro filosofia della “napoletanità”. Mi sono trovato a parlare entusiasticamente di Napoli anche in televisioni e radio estere. Tutte le moltissime persone che frequento quando sono a Napoli, possono testimoniare quanto io la ami e mi sorprenda ogni volta. Veramente… questo fatto che il mio post sia stato interpretato al contrario mi ferisce molto perché chi mi conosce sa che non sono mai stato razzista, ma non solo, viaggiando molto all’estero ho sempre difeso con orgoglio tutta la nostra terra come un unico grande paese. Unico, intero… mi sono spiegato bene?".

"Scrivo queste righe anche se penso che ci saranno ancora persone che continueranno a insultarmi senza conoscermi bene. Mi spiace…", ha concluso Brachetti. Ma i commenti sulla sua bacheca non si sono spenti. E c'è chi scrive: "Troppo facile, Brachetti, tornare sui tuoi passi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento