menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Botti sequestrati

Botti sequestrati

Il botto del Capodanno 2018 a Napoli è "Kim 'o coreano"

Una tradizione pluridecennale vede sempre dedicare il fuoco illegale più potente al personaggio - nel bene o nel male - del momento

Quest'anno il nome del botto "principale" del mercato proibito dei fuochi d'artificio si chiama "Kim 'o coreano", ed è dedicato al dittatore della Corea del Nord, Kim Jong Un.

Una tradizione pluridecennale vede sempre dedicare il fuoco illegale più potente al personaggio - nel bene o nel male - del momento. Fu così negli anni '80 con la famigerata "bomba di Maradona", poi con quella di Careca, e più avanti con "il razzo Bin Laden".


Stavolta è toccato al dittatore coreano, peraltro già raffigurato tra i pastori del presepe a San Gregorio Armeno, proprio con un missile fra le mani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento