Duecento ordigni esplosivi in un furgoncino: arrestato 48enne

L'uomo trasportava le rendini di Capodanno

Un operaio incensurato 48enne è stato arrestato dai carabinieri mentre stava percorrendo via Benedetto Cozzolino in direzione Torre del Greco, mentre era alla guida di un furgoncino.

L'uomo, dopo aver visto i carabinieri, ha svoltato velocemente in una via secondaria, ma è stato inseguito dai militari per poche centinaia di metri. Una volta fermato è stato sottoposto a perquisizione. Nel furgoncino i militari hanno così rivenuto 200 ordigni esplosivi artigianali, i cosiddetti “rendini”, che l’uomo trasportava verosimilmente per smerciarli a venditori abusivi e “arrotondare” in prossimità delle feste. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 48enne è stato tratto in arresto per detenzione di esplosivi e tradotto ai domiciliari. L’esplosivo, del peso totale di 8 chili, è stato posto sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al Castello delle Cerimonie in tv? Arriva il chiarimento

  • Lutto nel cuore di Napoli, muore a 30 anni l'attore O' gemello

  • Le statue di Palazzo Reale: la storia degli otto re del Pebiscito

  • Uomo investito mentre attraversa sulle strisce pedonali: la scena ripresa dalle telecamere (VIDEO)

  • I 5 migliori ristoranti di pesce di Pozzuoli

  • Quindicenne investita, la verità nella scatola nera dell'auto. Il 21enne: “Sono distrutto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento