Cronaca Scampia

Bomba carta a Scampia: 3 i feriti, la pista è quella della faida di camorra

In ospedale sono finite una bambina di 9 nove anni ed una ragazza di 13 mentre un uomo non si è fatto medicare. Considerato il tipo di ordigno, le indagini si indirizzano verso la pista della camorra

Bomba carta esplosa

Bomba carta esplosa ieri sera nel quartiere di Scampia: il bilancio è di tre feriti e di nove auto danneggiate.

In ospedale sono finite una bambina di 9 nove anni ed una ragazza di 13 mentre un uomo non si è fatto medicare. Le loro condizioni per fortuna non sono gravi ma difficilmente dimenticheranno quanto è accaduto questa sera nel quartiere napoletano di Scampia, scenario di faide di camorra per il controllo del mercato della droga.

In serata, secondo una prima ricostruzione degli investigatori, da una macchina in corsa è stata lanciata una bomba carta. Un ordigno rudimentale che una volta esploso ha danneggiato ben nove auto in sosta nel parcheggio del lotto "G", uno dei tanti agglomerati di edifici del quartiere all'estrema periferia della città di Napoli.

La deflagrazione violenta ha provocato una vera e propria pioggia di vetri e di lamiere. Schegge ovunque che hanno ferito la bimba di nove anni, la ragazza di 13 e l'uomo che si trovavano nel parcheggio. Scattato l'allarme sul posto sono giunti i carabinieri. Gli investigatori seguono tutte le piste. Si è trattato di un atto vandalico o si voleva colpire qualcuno che risiede nell"edificio? L'ordigno è confezionato in maniera rudimentale, proprio come quelli che sono preparati per la festività di San Silvestro e che però finiscono purtroppo sul mercato illegale. Di certo l'esplosione è stata forte ed è stata avvertita anche in lontananza. Qualcuno ha pensato ad una scossa di terremoto e non poche sono state le persone che si sono riversate in strada.

I carabinieri hanno lavorato fino a notte fonda per ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto, per cercare qualche testimonianza utile ad identificare i responsabili. Chi ha lanciato la bomba comunque non è potuto andare troppo lontano: il quartiere da alcune settimane è presidiato da centinaia di uomini delle forze dell'ordine, impegnate a smantellare le piazze dello spaccio delle sostanze stupefacenti. Le condizioni della ragazza e della bimba che sono rimaste ferite non destano preoccupazione. Sono state dapprima medicate all'ospedale "San Giovanni Bosco", quello più vicino a Scampia, e successivamente trasferite per ulteriori accertamenti all'ospedale pediatrico "Santobono". Ferito lievemente anche un uomo che non ha dovuto far ricorso alle cure dei medici. I danni però sono stati notevoli. Nove le auto danneggiate. Vetri in frantumi, carrozzerie deformate. Il bilancio non è ancora definitivo ma già si parla di svariate decine di migliaia di euro.
(ANSA)

AGGIORNAMENTI ORE 11.15

La presenza di sferette metalliche nell'ordigno esploso ieri sera a Scampia, e soprattutto il forte valore simbolico del bersaglio scelto - il cosiddetto lotto G del quartiere, considerato enclave del gruppo dei 'Girati', una delle due fazioni in lotta nella faida per il controllo delle piazze di spaccio - indirizzano le indagini verso la pista della camorra. I carabinieri ritengono quindi che lo scoppio sia stato un segnale intimidatorio rivolto dal gruppo Abete-Aprea-Abbinante ai propri nemici.
(ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba carta a Scampia: 3 i feriti, la pista è quella della faida di camorra

NapoliToday è in caricamento