menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tensione a Torre Annunziata: l'appello del sindaco

L'ultimo attentato con una bomba carta contro un'edicola chiusa ieri sera. Si tratta del quarto raid dal 30 dicembre

Torre Annunziata torna nel panico dopo i fatti delle ultime ore. Ieri sera un altro ordigno è esploso a via Plinio distruggendo la saracinesca di un'edicola chiusa nei presi della rotonda che divide la città oplontina da Pompei. Nell'esplosione è rimasta anche ferita un'automobilista che passava di lì ed è stata colpita da alcune schegge di vetro. Si tratta dell'ennesimo raid a partire da quello dello scorso 30 dicembre che colpì una ditta di onoranze funebri.

Un'escalation criminale che sembra voler inviare un messaggio chiaro: nonostante gli arresti i clan torresi non si arrendono e chi crede di essersi liberati di loro e dei loro soprusi si sbaglia. Anche il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, ha lanciato un appello rivolto ad eventuali testimoni oculari. «Come amministrazione comunale siamo vicini a commercianti e titolari delle attività coinvolte, invitando tutti alla massima collaborazione per cercare di individuare gli autori».  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Attualità

La Fontana del Tritone torna a vivere dopo sei anni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tragedia al passaggio al livello: muore travolto da un treno

  • Cronaca

    Morte poliziotto Giovanni Vivenzio, il cordoglio dello Stato

  • Cronaca

    Riapertura scuola, le linee rafforzate per domani da Anm

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento