rotate-mobile
Cronaca Lacco ameno

Bocciata in prima elementare: la scuola pagherà mille euro

La vicenda a Lacco Ameno. Niente insegnante di sostegno per la piccola di sei anni con disturbi nell'apprendimento. Era poi stata emarginata dalla classe. Tutte le polemiche

Dopo un anno si chiude la vicenda della bambina bocciata in prima elementare in una scuola di Lacco Ameno. Per il Tar, la scuola dovrà pagare una penale di mille euro per "danno psicologico".

LA STORIA - La piccola di sei anni soffre di disturbi nell'apprendimento. Nonostante ciò però non le era mai stato assegnato un insegnante di sostegno ed era stata emarginata dalla classe. Quando i genitori avevano poi chiesto spiegazioni per la bocciatura arrivata a sorpresa - si legge su Il Mattino - la scuola elementare si era giustificata dicendo che la piccola era stata visitata e che non presentava disturbi né deficit, e che la decisione era stata fatta per il suo bene, date le insufficienze in pagella.


Il caso sollevò molte polemiche perché la legge 170 del 2010 all'articolo 2 prevede che alle persone con diversa abilità venga assicurato in ogni caso il diritto all'istruzione. Ma anche che venga assicurato loro il percorso scolastico, attraverso misure didattiche di supporto, al fine di promuovere le potenzialità che i soggetti con diversa abilità in ogni caso hanno e che vanno incentivate in tutti i modi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocciata in prima elementare: la scuola pagherà mille euro

NapoliToday è in caricamento