rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Bmw sequestrata a primario: si ipotizza reato di corruzione

Una Bmw è stata sequestrata al primario del dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Si ritiene che l'auto sia provento del reato di corruzione

Una Bmw 320, di proprietà del direttore del direttore del dipartimento di Ostetricia e Ginecologia dell'Università degli Studi di Napoli Federico II è stata sequestrata dagli uomini della Finanza.

Secondo il procuratore aggiunto della Repubblica, Francesco Greco, sulla base delle risultanze investigative acquisite, si ritiene che l'auto sia provento del reato di corruzione. Le indagini, dirette dalla sezione Reati contro la pubblica amministrazione della Procura della Repubblica di Napoli e svolte dalla sezione di pg della Guardia di Finanza, hanno dato la possibilità di verificare, sottolinea Greco, che Nappi, dopo aver programmato per conto dell'Università un convegno scientifico ed incaricato per la sua organizzazione una società del settore, avrebbe accettato da quest'ultima "quale retribuzione non dovuta, prima la disponibilità dell'auto Bmw e quindi la sua cessione in proprietà a un prezzo di gran lunga inferiore a quello di mercato, peraltro, mai corrisposto".
L'episodio è emerso nel corso delle indagini che riguardavano la rivelazione di notizie riservate all'attività della commissione per il concorso di accesso alla Scuola universitaria di specializzazione in Ostetricia e Ginecologia presso la facoltà di Medicina e Chirurgia della Federico II, commissione di cui Nappi era componente nel 2008.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bmw sequestrata a primario: si ipotizza reato di corruzione

NapoliToday è in caricamento