Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Napoletani bloccati in aeroporto a Malaga: "Mancano i moduli Covid"

"Una vicenda gravissima", commenta l'architetto Angela Fusco, peraltro indicata dopo l'episodio come "persona non gradita" dalla compagnia aerea cui si era rivolta

Aeroporto Malaga (Ansa)

Angela Fusco, architatto napoletano, è stata tra i protaginisti di una disavventura avvenuta lo scorso 9 giugno a Malaga. La donna, insieme ad altri 10 italiani, era in partenza per Napoli col volo delle 7,30. Non ha però potuto lasciare la città spagnola perché mancavano gli appositi moduli Covid.
Tra gli italiani anche una donna incinta di sei mesi e un'altra con delle invalidità.

Gli 11 hanno presentato denuncia. Non hanno potuto compilare il formulario necessario per partire e - stando a quanto da loro riportato - sono stati lasciati a terra dalle hostess della compagnia aerea in collaborazione con la polizia aeroportuale intervenuta a sbarrare loro l'accesso al gate.

Fusco peraltro ha ricevuto stamane una mail in cui la compagnia aerea le ha comunicato di ritenerla, d'ora in poi, "persona sgradita". Agli altri passeggeri la mail non è però giunta.

"Trovo che si tratti di un atteggiamento gravissimo - dice Angela Fusco - nei confronti di un cittadino italiano, peraltro vaccinato con doppia dose e in possesso di un tampone negativo, al quale prima è stato impedito l'ingresso nel proprio Paese e poi, addirittura, anche punito per avere denunciato l'accaduto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoletani bloccati in aeroporto a Malaga: "Mancano i moduli Covid"

NapoliToday è in caricamento